Vai al contenuto

Rottamazioni, fondo già esaurito per moto, conto alla rovescia per le auto

Partite le Rottamazioni, finiti i fondi. Potremmo sintetizzarlo così, almeno per i ciclomotori e moto. La piattaforma per la prenotazione degli incentivi è stata resa operativa il 25 Maggio e subito presa d’assalto dai concessionari.

Vediamo la situazione dopo 5 giorni (dei quali 3 lavorativi): esauriti i fondi per le moto e motocicli non elettrici, che rimborsavano fino al 40% del prezzo d’acquisto in caso di rottamazione (per un massimo di 2500 €).

Rimangono 8.600.000 € per moto e motocicli elettrici, 9 milioni e mezzo per i veicoli commerciali, circa 200 milioni a testa per auto ibride ricaricabili ed elettriche, e 45 milioni per le auto termiche a basse emissioni.

Questo come dicevamo dopo appena 3 giorni lavorativi.

Il dato più significativo è quello delle auto termiche a basse missioni (61-135 g CO2/Km), che rimborsa 2000€ in caso di rottamazione. Le auto termiche rappresentano oltre il 90% degli acquisti degli italiani. Il fondo ha bruciato 125 milioni della sua dotazione da un mercoledì al lunedì successivo. Ciò significa che andrà a zero molto a breve, probabilmente più a breve di quello che si aspettavano i tecnici del ministero. Nel momento di apertura della piattaforma le concessionarie hanno inserito gli ordini che avevano raccolto almeno da inizio Maggio, alcune anche precedenti. Adesso stanno procedendo ad inserire gli ordini successivi.

Anche ipotizzando 2000 auto termiche a basse emissioni vendute al giorno, il fondo andrebbe a zero nei prossimi 10 giorni lavorativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*