Rottamazione Statale, è legge. Partenza 1 Agosto

Rottamazione Statale, è legge. Partenza 1 Agosto 1

Stavolta non è solo un annuncio. Approvata anche al Senato la Rottamazione statale contenuta nella conversione in Legge del Decreto Rilancio. In tempo per essere in Gazzetta Ufficiale prima del 1 Agosto.

In origine conteneva solamente il rifinanziamento dell’Ecobonus già operativo dal 1 Gennaio 2019 , a favore di auto elettriche e ibride ricaricabili. Così quello che non si è voluto fare a Maggio, con l’emanazione del Decreto, lo si è fatto adesso con l’inserimento di un sofferto emendamento. Una Rottamazione che riguardi una vasta platea di veicoli, di tutte le motorizzazioni, e non solo l’elite elettrica.

Cerchiamo di capire nel dettaglio.

L’incentivo si divide in 3 fascie in base alle emissioni di CO2 e consiste in importi che in parte vengono messi dallo stato, ed in parte, obbligatoriamente dai concessionari.

Se l’auto acquistata ha emissioni fra i 60 e i 110 g/Km, ed un listino inferiore a 48.800€, il bonus totale per il cliente che rottama una autovettura di 10 anni di anzianità è di 3500€. Se non rottama scende alla metà, 1750€.

Chi rientra in questo range? Molti motori diesel, citycar compatte medie o Crossover, qualche SUV e familiare. Meno i benzina che, come sappiamo, emettono molti più CO2, a parità di potenza, dei diesel. Molti metano, alcuni GPL, e quasi tutti i Full Hybrid .

Poi abbiamo gli incentivi per emissioni fra i 20 e i 60 g/km, ovvero le Elettriche Ricaricabili (non proprio tutte, però). Godono di 6500 € con rottamazione, oppure 3500 € senza.

Infine le superforaggiate di denaro pubblico, le elettriche: 10.000€ con rottamazione (8000€ a carico dello Stato e 2000€ del concessionario), 6000€ senza. Ricaricabili ed elettriche devono avere un listino inferiore ai 61.000€.

Somma stanziata, 50 milioni, sicuramente esigua per durare dal 1 Agosto fino al 31 Dicembre, come prevede il testo approvato. C’è in ogni caso l’annuncio del Ministro delle finanze di uno stanziamento ad hoc, in via di definizione, che dovrebbe arrivare al miliardo di euro.

Staremo a vedere. Il mercato dell’auto, in ogni caso, è pronto a svegliarsi.

Moreno Menini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*