Rottamazione auto in vista

Rottamazione auto in vista 1

A un mese dalla cosiddetta Fase 2, con il settore auto in ginocchio per una crisi senza precedenti, il governo sembra tornare sui suoi passi, ed approvare un piano di incentivi alla rottamazione auto che riguardi anche l’acquisto autovetture con motore termico tradizionale, mild o full Hybrid a partire dal 1 Luglio 2020.

Già probabilmente questa settimana verranno definiti i contorni precisi degli emendamenti al Decreto rilancio dove troveremo finalmente le condizioni di accesso a questi incentivi.

Gli emendamenti su cui stanno convergendo le ipotesi più accreditate prevedono un Incentivo di 2000€ governativi + 2000€ del concessionario (obbligatori) per l’acquisto di una auto Euro 6 nuova in caso di rottamazione di una vettura anteriore al 2010 ( in pratica Euro 4 e precedenti).

In totale lo sconto non potrebbe essere inferiore a 4000€.

L’incentivo cala a 1000€ governativi + 1000€ del concessionario se non c’è usato da rottamare. (totale 2000€)

Inoltre è previsto l’esenzione dall’odiato tassa del passaggio di proprietà per chi acquista una Euro 5 usata e rottama una Euro 1, 2, 3.

Attualmente il Decreto “Rilancio” prevede un Ecobonus per il solo acquisto di auto nuove elettrice e ibride Plug-in

Emissioni C02 allo scaricoContributo Eventuale auto da Rottamare
0-20 g/km (elettriche)4000€ + 2000€ RottamazioneEuro 1, 2, 3, 4
21-60 g/Km (Ibride Plug-in)1500€ +1000€ RottamazioneEuro 1, 2 , 3, 4

Quali effetti reali avrà questa Rottamazione?

E’ inutile dire che tutto dipenderà dal testo finale. In particolare i vantaggi per l’automobilista dipenderanno essenzialmente dal fatto che il bonus totale con rottamazione sia effettivamente superiore alla scontistica praticata sull’auto che si va ad acquistare.

Se l’agevolazione riguarderà TUTTE le Euro 6 ( e non solo quelle che rientrano sotto certe soglie di emissione, ad esempio) i 4000€ sulle auto con listino dai 10.000 ai 15.000€ renderebbero più appetibile questa fascia di acquisti poichè inciderebbe di più, percentualmente, dello sconto medio praticato al netto della valutazione usato (occorre vedere se la nostra auto da rottamare ha ancora un mercato, o no).

Inoltre occorrerà vedere se in vista della rottamazione le case automobilistiche non si precipitino a rialzare i listini, beffando gli automobilisti…..

Moreno Menini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*